La storia  |   Descrizione  |   Galleria foto  |   Preventivi  |   Contatti   
Il Palazzo Taverna, situato in via di Monte Giordano, nel cuore di Roma, tra Piazza Navona e Castel S. Angelo, fu eretto nel secolo XV sulle rovine della fortezza di Giordano Orsini (ricordata da Dante, Inf. XVIII,99), da dove gli Orsini dominavano la zona fino alla riva del Tevere.

Il palazzo da allora sarà il punto di riferimento per la politica di "rappresentanza" della famiglia . Fu residenza di ambasciatori e cardinali (Ippolito d'Este vi ricevette Bernardo e Torquato Tasso; il Cardinale Luciano Bonaparte, pronipote di Napoleone, vi ospitò l'Imperatrice Eugenia e il padre Gioacchino Belli che intratteneva gli ospiti con i suoi sonetti). Acquistato da Maurizio di Savoia che si prodigò per abbellirlo, passò agli inizi del 1600 ai Gabrielli che apportarono delle modifiche dandogli l'aspetto attuale; infine, l'ultimo cambiamento di proprietà avvenne a favore dei Taverna.

Una breve salita, attraverso l'alto portale, conduce al pittoresco cortile; di fronte è situata un'elegante fontana di A. Casoni (1615), costituita da quattro vasche successive e contornata da una fitta esedra di alloro, che caratterizza uno tra i più segreti e peculiari angoli di Roma. Subito a destra, in fondo, si trovano costruzioni ottocentesche di gusto medioevale e rinascimentale. Con la “Torre Augusta” (1880) e un grande salone, dal lato opposto, attraverso un portale architravato del Rinascimento, si giunge in un bel cortiletto con una scala esterna, un portico e tre ampie arcate su colonne dai fini capitelli (sec. XV) e una loggia superiore, in parte murata.

All'interno, nei grandi saloni di rappresentanza del piano nobile, oltre i pregevoli mobili d'epoca, si possono ammirare le collezioni di dipinti di Sebastiano Ricci e di Rosa da Tivoli.
   Amministrazione La storia  |   Descrizione  |   Galleria foto  |   Preventivi  |   Contatti   
Uffici di Roma tel: 06-6833785 oppure 06-68307957 | fax: 06-6877291 | e-mail: roma@aldobrandini.it